cv

biography

now

 
 

E' autodidatta e tutto ebbe inizio nel 1990 durante un viaggio.

La sua ricerca artistica ha un percorso creativo costante e coerente, approdato ormai da anni in un linguaggio codificato, riconoscibile ed identificabile.

Il suo primo lavoro è IL DIAVOLO SULLE COLLINE, pubblicato in volume nel maggio 1998. Iniziato nel 1992 verrà esposto a Cordoba e Malaga (Spagna), Graz (Austria) e Bratislava (Slovacchia). Il lavoro sarà recensito dalle principali riviste italiane. Segue ATTIMI DI ISTANTE PRIMA DELLA MORTE, 1998, lavoro esposto prima ad Arles in Francia e presentato poi, l'anno successivo, nella Galleria The Prinz a Kyoto in Giappone. Sempre nel 1998 viene pubblicato il lavoro dal titolo OMBRE DEI PENSIERI. Nel 1999 presenta a Venezia nel Palazzo Querini Dubois il lavoro LA CITTA’ DEI VISI PERDUTI. A maggio del 2000 è a Milano al Palazzo della Triennale dove espone TRILOGIA DELLA NATURA. Sin dagli esordi, numerose sono le riviste di fotografia che mettono in risalto il suo lavoro. Sempre nel 2000 inizia L'ISOLA DI DERI, che nel novembre del 2001 viene esposto al Museo d’Arte Contemporanea di Zilina in Slovacchia e pubblicato in volume nel dicembre 2002. E' questo il lavoro di svolta: dopo il culmine del nero assistiamo al graduale dominio del bianco, la fotografia con l’interazione materica diviene partecipe di un nuovo percorso. Nel frattempo, nel settembre del 2000, nasce il progetto Casa-Atelier. Creare una casa d'artista che riproduca elementi del mondo mediterraneo. Ristruttura personalmente un immobile in centro storico a Castelfidardo nelle Marche ed il 26 settembre 2004 inaugura il suo ATELIER CHAMBRE, un Creative Hub che ha come perno centrale e fulcro d’identità proprio il suo fondatore. A marzo del 2006 viene insignito dalla Città di Castelfidardo con la Medaglia al Talento e, a dicembre dello stesso anno, viene inserito nel volume Le Marche e il XX secolo - Federico Motta Editore. Nel 2008, presso gli Scavi Archeologici del Palazzo dei Capitani ad Ascoli Piceno, viene presentata un'ampia antologia dei suoi lavori e pubblicato un catalogo con testo critico della Dott.ssa Giovanna Bonasegale - Direttrice della Galleria Comunale d'Arte Moderna e Contemporanea di Roma. Nel frattempo numerose sono le gallerie che hanno deciso di trattare i suoi lavori che, nello stesso anno, il 2008, vengono esposti anche presso l’Istituto Italiano di Cultura a Bratislava (Slovacchia). Sempre nel 2008, a novembre, sviluppa il progetto WHITECIRCLE per la realizzazione di un cortometraggio di animazione dal titolo MAOR il quale ottiene la Menzione Speciale della Giuria al concorso Corto Dorico Pro 2009. Nel 2010 è la volta di HORUS, la sua prima opera pubblica commissionata dalla Città di Castelfidardo. Nel 2012 realizza invece su commissione privata un’altra opera a fruizione pubblica, una grande rotatoria dal titolo GROW in cui l’essenza è il divenire perfezione. Nel 2013 è la Fondazione Ferretti a commissionare un’opera a memoria della Battaglia di Castelfidardo e nel loro parco natura realizza una nuova opera pubblica dal titolo ORIGINE. Nel frattempo, iniziata la ristrutturazione di un nuovo immobile nel 2011, porta a termine nel 2014 un ulteriore tassello del grande progetto Chambre, condiviso come per l’Atelier con sua moglie Federica Spagnolo: il RELAIS CHAMBRE, una dimora d’arte dove soggiornare ed essere ospitati nell’atmosfera delle sue opere. Nel 2015 è la volta dell’opera pubblica SEGRETO ALCHEMICO, una nuova rotatoria su commissione del Comune di Offagna e della Provincia di Ancona. Continua sempre la brillante e vivace attività espositiva con le sue gallerie di riferimento e si afferma anche in concorsi nazionali ed internazionali su progetti di ampio respiro per installazioni di opere come per il nuovo Impianto di Biomassa in Provincia di Macerata, per il nuovo Centro di Protezione Civile in Provincia di Trento, per il nuovo Terminal dell’Aeroporto di Alghero e per i nuovi Centri Direzionali di Ancona ed in Repubblica Ceca nella capitale Praga. Da sottolineare infine che in questi ultimi anni (esattamente dal 2010) sta portando avanti il progetto GEO TAG che segna un ritorno alle origini con la fotografia pura, un progetto nel quale condensa il suo immaginario simbolico e linguistico creando un lavoro evocativo di geo-localizzazione dell’io.

 

Self-taught and it all began in 1990 during a trip.

His artistic research has a creative route constant and consistent, he landed for years now in a coded language, recognizable and identifiable.

His first artwork is THE DEVIL ON THE HILLS, published on volume in May 1998. It was begun in 1992 and exposed in Cordoba and Malaga (Spain), Graz (Austria) and Bratislava (Slovakia). The work was reviewed by the major Italian magazines. LESS THAN A MOMENT BEFORE DEATH, 1998, follows. The artwork was firstly exhibited in Arles (France) and then presented the following year in The Prinz Gallery of Kyoto (Japan). In the same year the artwork entitled SHADOWS OF THOUGHTS was published. In 1999 he presented THE CITY OF THE LOST FACES at Palazzo Querini Dubois in Venice (Italy). In May 2000 was in Milan (Italy) at Palazzo della Triennale, where he exhibited TRILOGY OF NATURE. From the beginning, there are many photography magazines that highlight his work. Always in 2000 he began THE DERI ISLAND, which in November 2001 was shown at the Museum of Contemporary Art in Zilina (Slovakia) and published on volume in December 2002. And this is the turning point: after the climax of black we can witness to the gradual domination of white, the photography with the interaction of matter becomes a participant of a new path. Meanwhile, in September 2000, the project Casa-Atelier was born: to create an artist house which reproduces elements of the Mediterranean world. He personally renovated a building in the historic center of Castelfidardo (Marche - Italy) and on September 26th 2004 he inaugurated his ATELIER CHAMBRE, a Creative Hub that has like identity and central point its own founder. In March 2006 he was awarded by the City of Castelfidardo (Italy) with the Medal of talent and, in December of the same year, he was included in the book Le Marche and the twentieth century - Federico Motta Editore. In 2008, at the Archaeological Excavations at the Palace of the Captains in Ascoli Piceno (Italy), a large selection of his artworks was presented and published a catalog with critical text by Dr. Giovanna Bonasegale - director of Municipal Gallery in Modern and Contemporary Art of Rome (Italy). Meanwhile there are many galleries that have decided to treat his work and in the same year, the 2008, are also on display at the Italian Cultural Institute in Bratislava (Slovakia). Always in 2008, in November, develop the project WHITECIRCLE to realize an animated short film entitled MAOR which won the Special Jury Mention at the Festival Short Doric 2009. In 2010 it was the turn of HORUS, his first public work commissioned by the City of Castelfidardo (Italy). In 2012 realizes instead on private commission another work in public use, a large roundabout called GROW where the essence is the becoming of perfection. In 2013, the Ferretti Foundation is the buyer for a work in memory of the Battle of Castelfidardo and in their nature park he creates a new public work entitled ORIGIN. Meanwhile, began the renovation of a new building in 2011, he leads to term in 2014 a further element of the major project Chambre, shared as for the Atelier with his wife Federica Spagnolo: the RELAIS CHAMBRE, an abode of art where to stay and be guests in the atmosphere of his works. In 2015 it was the turn of the public work ALCHEMICAL SECRET, a new roundabout on commission of the City of Offagna and the Province of Ancona. He always continues the bright and lively exhibition activity with its reference galleries and he states in national and international competitions on large projects for installations of his works like for the new Biomass Plant in the Province of Macerata, for the new Center of Civil Protection in the Province of Trento, for the new Terminal of Alghero Airport and for the new Office Districts in Ancona and in the Czech Republic for the capital Prague. To underline, finally, that in recent years (exactly from 2010) is carrying out the GEO TAG project which marks a return to basics with pure photography, a project where he condenses its symbolic and linguistic imaginary and he creates an evocative work of geo-localization of himself.

“His art is always aimed to capture the uncommon aspects of reality.

His sounding is launched to investigate the distance between

the surface and the depth of a man.” (Valerio Deho’)


“La sua arte è sempre tesa a cogliere gli aspetti non comuni della realtà.

Il suo è uno scandaglio lanciato a sondare la distanza tra la

superficie ed il profondo dell’uomo.” (Valerio Deho’)